venerdì 24 luglio 2009

Starchild




Nonostante il comunicato congiunto CUN-CISU,(http://www.cun-italia.net/news/comunicatostampacuncisu.htm) emesso al fine di denunciare la superficialità e incompetenza della trasmissione Mistero condotta da Ruggeri su Italia 1, circa la trattazione di temi ufologici, la stessa redazione ha continuato nella sua opera confezionando a mio modo di vedere un ottimo pezzo sullo Starchild.
Per chi se lo fosse perso inserisco il servizio andato in onda:










Scoperti in una grotta in Messico due scheletri interi appartenuti ad una donna amerinda e a un bambino non umano. Lo studioso Lloyd Pye: "Le anomalie fisiche non possono derivare da nessuna patologia nota". Si ha notizia dell’esistenza di due diversi scheletri, dei quali si discute la possibile origine "aliena". Entrambi i reperti vennero rinvenuti in Texas, in circostanze molto diverse e non collegate tra loro. Nel primo caso, una coppia (che desidera mantenere l’anonimato) entrò in possesso di un paio di teschi: uno chiaramente umano, l’altro "considerevolmente diverso dallo standard umano". Recentemente la coppia ha consegnato i teschi ai ricercatori Lloyd Pye e Mark Bean per alcune analisi. Il teschio "anomalo" è stato sottoposto ad analisi preliminari da parte di diversi specialisti in anatomia e fisiologia umana e, secondo Pye, le indagini più specifiche sono attualmente in corso. Secondo caso: l’ultima edizione (Marzo 1999) del "MUFON Journal" rendeva noto il ritrovamento di uno scheletro quasi intatto, simile a quello di "un piccolo essere", con alcune caratteristiche anatomiche fuori dal comune. Walter H. Andrus, direttore del "MUFON International", nel suo articolo affermava che lo scheletro era stato dissotterrato dieci anni fa da un cacciatore di fossili, Richard Wallace, che lo consegnò a Robert Slaughter, professore di paleontologia nonché direttore del Museo Shuler, dell’Università Southern Methodist di Dallas, Texas. Nonostante il reperto si trovasse nelle mani del professore Slaughter da tutto questo tempo, gli investigatori del MUFON ne sono venuti a conoscenza solo di recente. Attorno ai due casi si è esteso un alone di leggenda ed un background culturale fortemente indicativi di una possibile origine aliena. Ma, altresì, in nessuno dei due casi è stata stabilita una connessione diretta con eventi UFO, né i ricercatori hanno finora riscontrato prove in senso non terrestre. La descrizione del primo caso si basa su alcune informazioni e foto attualmente rintracciabili sul sito.

Secondo una ricostruzione difficilmente accertabile, i crani rappresenterebbero tutto ciò che resta di due scheletri interi, dissotterrati circa 60-70 anni fa in una grotta sita a sud di Chihuahua, Messico, nello Stato di Chihauhau (appena a sud di El Paso in Texas). Gli scheletri vennero sparpagliati da una tempesta che allagò il luogo dove erano stati nascosti originalmente. Si salvarono solo i crani, ritrovati da una ragazza del luogo che li tenne con sé fino alla morte. In seguito passarono nelle mani di una coppia americana che, dopo qualche anno, li diede ad un’altra coppia di americani, gli attuali proprietari. Questi ultimi contattarono il ricercatore Lloyd Pye durante un seminario da lui tenuto in Texas. Pye, autore del libro "Everything You Know is Wrong (Vol. 1): Human Origins" (Tutto ciò che sai è sbagliato: le origini umane) ha condotto uno studio approfondito sull’evoluzione dell’umanoide e sulla sua possibile relazione con creature insolite denominate Bigfoot, Yeti, ecc. Pye sospettò immediatamente di trovarsi di fronte a un tipo di "essere umano" sconosciuto. Pye sottolineò peraltro che il secondo cranio era quello di un adulto normale, probabilmente una femmina amerinda morta approssimativamente all’età di 20-30 anni. Si spera che il test del DNA stabilisca se esistono o meno connessioni genetiche tra i due reperti. Il cranio anomalo sembra essere quello di un individuo giovanissimo, forse sui cinque anni, date le suture delle ossa e la presenza di denti di un individuo in età infantile. Sono assenti la mascella inferiore e parte di quella superiore; il resto è intatto. Le sue caratteristiche, straordinarie, si presentano come segue: Nessun seno paranasale. Pye fa notare che tutti i mammiferi possiedono seni paranasali; tuttavia gli è stato riferito da uno specialista che in rarissimi casi di patologia umana, i seni paranasali possono mancare. Cavità orbitali molto insolite. Secondo Pye esse sono "veramente sconcertanti, anche per gli esperti". Le cavità orbitali risultano estremamente piatte rispetto ai normali standard, e "i canali del nervo ottico sono deviati in basso ed in dentro in modo da rendere molto inverosimile la mobilità del normale bulbo oculare. Con questa conformazione il rilevamento visuale si baserebbe più sul movimento della testa che su quello dell’occhio". Forma del cranio fortemente anomala. L’area parietale sporge da entrambi i lati delle orbite senza alcuna traccia di tempie normali, ma il retro del cranio è davvero strano, essendo sia ingrandito che drasticamente appiattito. Un esperto attribuì questa deformità ad una possibile combinazione di una patologia e/o la fasciatura della testa in età infantile, praticata in molte culture primitive. Il cranio mostra una forte simmetria bilaterale, mentre la maggior parte dei crani deformati da patologie sono caratterizzate da asimmetrie distinte. Nessuno degli esperti che sinora se ne è occupato ha postulato una patologia nota capace di generare fattezze così insolite e, ancora a detta di Pye, non esistono fasciature capaci di provocare artificialmente una forma cranica di quel tipo.

Base cranica. Il gran forame occipitale (il buco alla base del cranio dove confluisce il midollo spinale) è spostato chiaramente in avanti, approssimativamente al centro inferiore, in modo che la testa, fortemente distorta, possa trovare il suo centro di equilibrio sul collo. Questo non sarebbe stato possibile se il forame occipitale fosse stato disposto al centro posteriore come negli esseri umani normali.

C'è da dire che Pye, sta portando in giro per conferenze il teschio come una reliquia di stampo ufologico, mostrandolo in TV ogni volta che è possibile, forse un giorno assisteremo alla sua ostensione anche durante la prova del cuoco accanto il bel decoltè della Clerici in prima vista.
Sinceramente credo che un indizio o quasi prova come quel teschio dell'interferenza aliena avvenuta sin dal passato, meriti ambiti e studi più seri e di vecchio stampo.... a prescindere dalla sua genuinità.... vera o falsa che sia.


Carmine Crocco

0 commenti:

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro). L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Copyright

Creative Commons License
UfologiaOggi by Carmine Crocco is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at ufologiaoggi.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://ufologiaoggi.blogspot.com/. Si è liberi di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera. Non si può usare quest'opera per fini commerciali. Non è permesso di alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra. Ogni volta che si usa o distribuisce quest'opera, si deve farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza. In ogni caso, si può concordare col titolare dei diritti per gli utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza. Questa licenza lascia impregiudicati i diritti morali.

Statistiche

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP